• Home
  • Notizie
  • Nuove regole Conservazione digitale: l’impatto su Consip e Mepa

Nuove regole Conservazione digitale: l’impatto su Consip e Mepa

  • Lunedì, 10 Aprile 2017
Nuove regole Conservazione digitale: l’impatto su Consip e Mepa

di Sarah Ungaro, vicepresidente di ANORC Professioni e Francesca Cafiero, Consulente Archivista Digital & Law Department Studio Legale Lisi

Entro l’11 aprile pubbliche amministrazione e privati devono aggiornare i sistemi alle nuove regole tecniche di conservazione digitale.

In realtà è da ben quattro anni (oramai) che il legislatore ha indicato le misure necessarie da adottare per rendere il processo di conservazione dei documenti informatici di PA e privati pienamente conformi ai dettami degli standard internazionali (soprattutto OAIS – Open Archival Information System), trasposti nella normativa nazionale con l’emanazione del Dpcm 3 dicembre 2013, contenente le attuali regole tecniche per i sistemi di conservazione.

A scanso di equivoci, è utile sottolineare che l’adeguamento vale per tutti i sistemi di conservazione, sia per quelli di pubbliche amministrazioni ed enti pubblici, sia per quelli di soggetti privati, che siano gestiti in house o affidati a un fornitore esterno, sia esso un conservatore accreditato o meno.

In previsione dell’imminente scadenza l’Avv. Sarah Ungaro, vicepresidente di ANORC Professioni e Francesca Cafiero, Consulente Archivista Digital & Law Department Studio Legale Lisi, offidano alle pagine di Agenda Digitale un’analisi delle novità per il corretto funzionamento del Mepa e procedure Consip.

Al seguente link la versione integrale dell'articolo,

Buona lettura!

Direzione generale e Segreteria Organizzativa - c/o D&L Department srl  - via Vito Mario Stampacchia, 21 73100 Lecce
Tel e Fax: 0832 25.60.65 - E-mail: info@aifag.it - PEC: aifag@sicuramail.it - Note legali - Informativa privacy - C.F: 93124220752
Mappa del sito